Prevenzione urologica: Perché è importante

Feb 25, 2022 | Prevenzione

Sottoporsi a controlli urologi periodici è molto importante, soprattutto dai 40 anni.

In Italia solo il 10/20% degli uomini si sottopone ad una visita di prevenzione, secondo i dati presentati dalla Società Italiana di Urologia (SIU).

Prostatite, tumore della prostata e infertilità sono alcune delle patologie nemiche degli uomini.

La prevenzione è lo strumento più utile alla diagnosi precoce ma quando è utile iniziare a sottoporsi a visite urologiche? Ogni quanto?

Sottoporsi a controlli urologici periodici permette la diagnosi precoce e quindi l’intervento tempestivo in caso di numerose patologie tumorali (della prostata, del rene, della vescica e del testicolo) e patologie benigne (calcolosi urinaria, iperplasia benigna della prostata e prostatiti, infertilità maschile e disfunzioni sessuali).

Spesso si pensa che l’urologo sia il medico a cui ci si rivolge a una certa età. In realtà, è lo specialista che segue l’uomo in tutte le fasi della vita.

Soprattutto dai 40 anni l’uomo dovrebbe iniziare a pensare alla prevenzione urologica e quindi a controlli periodici, proprio come quelli che le donne fanno con il ginecologo. 

Dati recenti hanno infatti dimostrato che sia molte malattie tumorali, sia benigne possono avere un esordio in questa fascia d’età.

L’iperplasia prostatica benigna, ad esempio, colpisce il 5-10% degli uomini di 40 anni e fino all’80% degli uomini tra i 70 e gli 80 anni.

La prostatite, invece, riguarda uomini nella fascia di età compresa fra i 30 e i 50 anni, con un picco intorno ai 40 anni.

Anche i tumori del testicolo colpiscono sempre più spesso i quarantenni. Nella fascia di età fino a 50 anni costituiscono il tipo di tumore più frequente (12 per cento di tutte le diagnosi di tumore nel genere maschile).

Durante il mese di Marzo NeoMedica ti offre  l’opportunità di fare check up completo urologico. Prevenire è un semplice gesto che ti può salvare la vita.

Sottoporsi a controlli urologi periodici è molto importante, soprattutto dai 40 anni.

In Italia solo il 10/20% degli uomini si sottopone ad una visita di prevenzione, secondo i dati presentati dalla Società Italiana di Urologia (SIU).

Prostatite, tumore della prostata e infertilità sono alcune delle patologie nemiche degli uomini.

La prevenzione è lo strumento più utile alla diagnosi precoce ma quando è utile iniziare a sottoporsi a visite urologiche? Ogni quanto?

Sottoporsi a controlli urologici periodici permette la diagnosi precoce e quindi l’intervento tempestivo in caso di numerose patologie tumorali (della prostata, del rene, della vescica e del testicolo) e patologie benigne (calcolosi urinaria, iperplasia benigna della prostata e prostatiti, infertilità maschile e disfunzioni sessuali).

Spesso si pensa che l’urologo sia il medico a cui ci si rivolge a una certa età. In realtà, è lo specialista che segue l’uomo in tutte le fasi della vita.

Soprattutto dai 40 anni l’uomo dovrebbe iniziare a pensare alla prevenzione urologica e quindi a controlli periodici, proprio come quelli che le donne fanno con il ginecologo. 

Dati recenti hanno infatti dimostrato che sia molte malattie tumorali, sia benigne possono avere un esordio in questa fascia d’età.

L’iperplasia prostatica benigna, ad esempio, colpisce il 5-10% degli uomini di 40 anni e fino all’80% degli uomini tra i 70 e gli 80 anni.

La prostatite, invece, riguarda uomini nella fascia di età compresa fra i 30 e i 50 anni, con un picco intorno ai 40 anni.

Anche i tumori del testicolo colpiscono sempre più spesso i quarantenni. Nella fascia di età fino a 50 anni costituiscono il tipo di tumore più frequente (12 per cento di tutte le diagnosi di tumore nel genere maschile).

 

Durante il mese di Marzo NeoMedica ti offre  l’opportunità di fare check up completo urologico. Prevenire è un semplice gesto che ti può salvare la vita.

ESAMI COMPRESI NEL CHECKUP DI PREVENZIONE UROLOGICA

Prelievo PSA REFLEX

UROFLUSSOMETRIA

VISITA CON ECOGRAFIA.

Al prezzo di € 110,00

Per informazioni e prenotazioni:
📞 0577 286622

 

PSA REFLEX

Il PSA, Prostate Specific Antigen, è un esame che viene utilizzato per individuare precocemente gli uomini che possono sviluppare il carcinoma della prostata. Il PSA è una proteina presente nel sangue dell’uomo e che risulta essere elevata in presenza di tumore della prostata. E’ anche vero, però, che valori alti di PSA non sono immediato sinonimo di tumore. Sarà il medico a prescrivere eventuali approfondimenti. 

 

Cos’è l’uroflussometria

L’uroflussometria è un esame molto semplice, non invasivo che permette di studiare il flusso dell’urina. È forse l’esame più utile perché può evidenziare se è presente un’ostruzione significativa nell’urinare oppure no.

È quindi un esame indicato soprattutto in presenza di sintomi che possano far supporre un problema che alteri il flusso di urina. Per esempio: getto debole, prolungato gocciolamento post-minzionale, frequenza e urgenza minzionale, incontinenza urinaria, sensazione di svuotamento vescicale incompleto.

 

Come si esegue l’uroflussometria

È un esame assolutamente non invasivo e indolore. Consiste nell’urinare in un contenitore speciale, simile a un imbuto, connesso a una strumentazione (uroflussometro), che misura la quantità di urina emessa nell’unità di tempo. II comportamento del getto urinario viene visualizzato sotto forma di un tracciato, che permette di capire se c’è un ostacolo al flusso urinario.

Per rendere l’esame attendibile, è necessario arrivare al momento del test con un moderato desiderio di urinare, infatti una minzione che richiede di essere forzata o l’emissione di una quantità di urina eccessiva potrebbe falsare l’esame.

II paziente dovrebbe pertanto bere una quantità d’acqua tale da creare uno stimolo fisiologico, ma senza esagerare. Solitamente viene consigliato di bere (dopo aver urinato) più o meno ½ litro d’acqua 2 ore prima del test. 

La visita urologica

La visita urologica è eseguita dallo specialista di competenza dell’apparato urinario: l’urologo.

Si tratta di una visita non invasiva e indolore che non richiede alcun tipo di preparazione specifica da parte del paziente.
Durante la visita urologica si prendono in esame tutte le componenti dell’apparato urinario  (reni, ureteri, vescica, uretra)  valutandone il corretto funzionamento.

Si possono dunque diagnosticare alcune patologie a carico di questi organi, ad esempio l’incontinenza vescicale, le infezioni delle vie urinarie, la presenza di calcoli che ostruiscono il deflusso delle urine, le neoplasie, le infezioni e i disturbi genitali (soprattutto maschili), le cistiti e le prostatiti negli uomini.

 

I sintomi che destano preoccupazione

  • bruciore;
  • dolore o difficoltà ad urinare;
  • perdite involontarie di urina;
  • difficoltà nell’erezione per gli uomini che possono essere ricondotte ad una patologia della prostata.

 

Per il nostro centro la prevenzione è sinonimo di tutela e interesse per il miglioramento della propria salute. Non è un concetto astratto ma un valore in cui crediamo fermamente perché abbiamo a cuore la tua salute.

Prenota la prevenzione urologica al prezzo speciale di 110 €

Tutti abbiamo la consapevolezza che prevenire è meglio che curare, ed oggi, insieme a NeoMedica, questa consapevolezza può diventare realtà

Prenota ora il check up urologico

Compila il form indicando i tuoi dati.
La promozione è valida tutto il mese di marzo.

Il nostro staff ti risponderà il prima possibile. 

Prenota ora

Informativa sul trattamento dei dati personali *